Sotto i segni del Totem

 

99.gif

La tradizione pellerossa attribuiva a ciascun uomo un totem animale, vegetale e minerale,ovvero un essere o oggetto guida, a cui l’individuo assomiglierebbe e del quale assorbirebbe le capacità . L’idea è che esista un “cerchio della vita” del quale fa parte tutto ciò che è stato creato, e che deve vivere in armonia: ecco dunque che un uomo nato in un certo mese (l’anno astrologico pellerossa è diviso in 12 parti, più o meno come quello dello zodiaco) partecipa delle qualità , dei difetti e del destino di un certo animale, di una certa pianta e di un certo minerale associati a quel mese. Attenzione, però: quando si parla di destino non si parla di ineluttabilità .

I pellerossa avevano il concetto di “sviluppo”, di divenire: andare incontro al proprio destino, in questa visione, significa sviluppare le potenzialità  che sono in noi e che possiamo ritrovare anche nel nostro totem animale, vegetale e minerale. Da un punto di vista “tecnico”, l’oroscopo pellerossa differisce dunque da quello occidentale prima di tutto perchè non tiene conto delle posizioni planetarie, ma soltanto dei periodi stagionali, e poi perchè inizia dall’inverno, e precisamente dal 22 dicembre, invece che dalla primavera, come il nostro. Da un punto di vista interpretativo, non si fanno previsioni basate sui transiti, ma soltanto sulle capacità  che l’individuo possiede già  alla nascita, e che è in suo pieno potere sviluppare: tutto è affidato alla volontà , e non al movimento degli astri.

 

OCA POLARE dal 22 dicembre al 19 gennaio

 

L’Oca polare, animale totem di chi è nato in questo periodo affascinava i pellerossa perchè era molto misterioso: non si sapeva dove andasse, quando a primavera iniziava la migrazione. Le persone di questo segno sono perciò misteriose e si avverte in loro l’esigenza di andare sempre oltre, di superare se stesse. Il loro totem vegetale è la Betulla, che rappresenta l’antica saggezza e regala al nativo una capacità  fuori del comune di penetrare nei segreti delle cose. L’importante è essere liberi, utilizzare pienamente le proprie energie: soltanto così si potrà  compiere il proprio destino, che è quello di distinguersi dalla massa. Il totem minerale è il Quarzo, limpido e trasparenti e, che permette di vedere chiaramente in ogni circostanza.

 

LONTRA dal 20 gennaio al 18 febbraio

 

Le persone nate sotto il segno della Lontra possiedono una grande capacità  di comunicare, e riescono a farsi capire e ascoltare da tutti: proprio come il loro totem animale, che sa emettere suoni che sono udibili anche a miglia e miglia di distanza. Disponibili. generose, aperte, le Lontre amano la compagnia e si divertono a ridere e scherzare ma non sono superficiali: qualunque richiesta di aiuto venga loro fatta, non rimane inascoltata. Il totem vegetale è il Pioppo, che con la sua elasticità  riesce a mantenere le sue caratteristiche anche sotto il vento più forte. Le persone Lontra hanno infatti comequalità  predominante la duttilità , che permette loro di non lasciarsi travolgere dalle situazioni ma di conservare sempre buonumore, prontezza di riflessi, lucidità  e ottimismo in qualunque circostanza. Il totem minerale è l’Argento, anch’esso duttile e malleabile, e anche magnetico: regala al nativi un intuito davvero eccezionale un’emotività  molto accentuata, che però andrà  indirizzata in maniera costruttiva.

totem1

 

PUMA dal 19 febbraio al 20 marzo

 

Il Puma è un animale che vive in alta montagna, e le persone che nascono sotto il suo dominio sentono infatti il bisogno di appartarsi quando devono riflettere su questioni complicate, affrontare situazioni nuove, recuperare energie. Il torto peggiore che si possa far loro è di invaderne gli spazi: come il felino reale che li simboleggia e a cui assomigliano, quando avvertono “intrusioni” o “invasioni” reagiscono male, malissimo. Il totem vegetale è la Piantaggine, che ha la particolarità  di possedere radici che debbono essere ben diffuse e ancorate a terra prima di attecchire realmente. Sul piano umano, ciò vuol dire che le persone Puma devono prima rafforzare i propri punti d’appoggio, le proprie radici (i legami familiari, ad esempio), e solo in un secondo tempo cercare di conquistare nuove mete. Il totem minerale è il Turchese, bellissimo e ben levigato: indica la necessità  di rafforzare al massimo la volontà .

 

FALCO ROSSO dal 21 marzo al 20 aprile

 

Come il Falco Rosso, i nati in questo periodo hanno la capacità  di guardare le cose dall’alto, e quindi con il distacco e la lucidità  necessari a prendere le decisioni più opportune. Il coraggio non manca: per i Falchi Rossi la vita è una sfida continua, e tirarsi indietro sarebbe non soltanto un disonore, ma un’abiura, una rinuncia alla parte migliore di se stessi. Non sono furbi, soltanto intelligenti e giusti: spesso si troveranno perciò a lottare (e ogni tanto a soccombere) , contro persone meschine, astute e in malafede. La parola d’ordine è “libertà “: i Falchi Rossi non possono tollerare restrizioni di alcun tipo, devono dispiegare pienamente le loro ali, essere liberi sia fisicamente che mentalmente. Il totem vegetale, il Tarassaco, dona la capacità  di purificare tutte le cose con cui si viene in contatto grazie alla disponibilità  e alla lealtà . Il totem minerale, l’Opale Rosso, proviene dalle viscere dei vulcani e indica le situazioni che scottano, situazioni di fronte alle quali i nativi non si tireranno mal indietro.

 

CASTORO dal 21 aprile al 20 maggio

 

Capace di ricostruirsi l’ambiente intorno a seconda delle proprie esigenze, il Castoro è paziente, abile, determinato, ordinato. Ugualmente i nati in questo periodo, che hanno in lui il loro animale totem: in qualunque posto vivranno, si sentiranno a proprio agio perchè sapranno adattare questo posto a se stessi. Il Giglio Selvatico è invece il totem vegetale, e la sua bellezza e delicatezza costituiscono altre due doti tipiche dei nativi. Attenzione: queste caratteristiche si accoppiano non alla debolezza, ne alla Furia, perche il Giglio Selvatico è forte e resiste a tutte le intemperie .Il totem minerale e la Crisocolla e simboleggia l’unione di terra e cielo e ricorda alle persone Castoro che oltre al benessere materiale va perseguito anche il benessere spirituale.

 

CERVO dal 21 maggio al 21 giugno

 

Tenerezza e sensibilità  so no le doti principali di chi è nato in questo periodo, e che ha come animale totem il Cervo, dotato di sguardo dolcissimo e di grande vitalità . E’ importante che le persone Cervo vivano in un ambiente sereno e insieme stimolante, perche il loro punto debole è l’incapacità  di corazzarsi nei confrontidel mondo esterno, e dunque la tendenza a entrare in subbuglio per ogni gesto volgare, per ogni rudezza, per una parola sbagliata. Il forte talento artistico che spesso è presente è un regalo del totem minerale, l’Agata Verde Muschio, che permette di creare bellezza e di infondere coraggio agli altri. Il totem vegetale è invece l’Achillea Millefoglie, che ha proprietà  astringenti: l’apparenza dolce delle persone nate in questi giorni non deve ingannare, il loro spirito è caustico, graffiante, e può raffreddare, “astringere” i più bollenti spiriti.

 

PICCHIO dal 22 giugno al 22 luglio

 

I pellerossa vedevano nel movimento tipico del Picchio, il tamburellare sui tronchi degli alberi, una rappresentazione del battito del cuore, e dunque ilI simbolo della vita che pulsa. I nativi Picchio posseggono un cuore che pulsa, in senso metaforico: un cuore generoso, grande, che nasconde una forza immensa. Per essere felici, i Picchi debbono tirare fuori e utilizzare questa forza, diventando un esempio per gli altri, mettendosi a disposizione della comunità , perseguendo alti ideali. Il totem vegetale è la Rosa Selvatica, che rallegra chi la osserva: la vita amorosa è intensa, limpida e serena, all’insegna della gioia e non del tormento. Il totem minerale è la Corniola, che si dice abbia la proprietà  di risanare le ferite I Picchi sanno curare gli altri con la loro saggezza, rassicurandoli, dando loro tanto amore.

 

STORIONE dal 23 luglio al 22 agosto

 

Le persone nate sotto il segno dello Storione posseggono di questo animale la forza, la resistenza, la capacità  di durata. Inoltre si muovono come lui a proprio agio nell’acqua, sia in senso letterale che simbolico: l’acqua rappresenta le emozioni, l’inconscio, e dunque il contatto con la propria parte più segreta. Il piglio è da leader, e il totem minerale, la Granata, lo rafforza: bisogna stare attenti i a impedire che l’attitudine al comando si trasformi in prepotenza. Nella vita privata , invece agisce ( e fa danni ). Il totem vegetale è il Lampone che rappresenta il calore umano e la delicatezza. Il lampone ha tante spine proprio perche deve proteggersi, dato che la sua natura è tenera… così come è tenero il cuore delle perone Storione.

 

ORSO BRUNO dal 23 agosto al 22 settembre

 

Non è consigliabile imporre ritmi e tempi a una persona Orso Bruno: come il suo animale totem, ha in questo campo delle esigenze primarie, e il non rispettarle potrebbe essere pericoloso. Disturbato nei suoi ritmi, l’Orso Bruno si trasforma infatti in un animale feroce… Tanti cambiamenti si prevedono nel corso della vita, associati anche a traslochi o trasferimenti di residenza (a volte in paesi stranieri). Gli Orsi Bruni non hanno problema a spostarsi, anzi, la cosa li diverte. Il coraggio e la lealtà  derivano dal totem minerale, l’Ametista, e permettono di trarsi da qualunque impiccio senza però scendere a compromessi. Del totem vegetale, la Violetta, gli Orsi Bruni hanno l’impassibilità  apparente, accoppiata a una rara delicatezza d’animo. Capiscono gli altri, ne rispettano i loro sentimenti, non urtano mai suscettibilità  di nessuno.

 

CORVO dal 23 settembre al 2 ottobre

 

Le azioni dei Corvi sono sempre efficaci, risolutive. Ma possono portare delle strane conseguenze, che vanno accettate senza rattristarsi troppo: narra infatti una leggenda pellerossa che il corvo, in origine, era un uccello bianco, che però diventò nero come “punizione” per aver voluto aiutare gli esseri umani. Da questo animale totem, i nativi traggono infatti la qualità  di saper aiutare senza aspettarsi nulla in cambio, neppure riconoscenza. Il totem vegetale è il Verbasco, ricoperto di lanuggine. Come il Verbasco i Corvi a volte “pizzicano” come la lana, e altre volte sono lisci e morbidi. Il totem minerale è il Diaspro, che aiuta nella cura della malinconia e delle malattie cardiache. I Corvi possono allo stesso modo sollevare le persone dalla loro tristezza, e infondere loro gioia e coraggio.

 

SERPENTE dal 23 ottobre al 21 novembre

 

Una vita fuori dell’ordinario è ciò che devono realizzare i nati in questo periodo, se vogliono essere felici. Trascinatori e fascinatori possono diventare dei capi, e dei capi condivideranno un destino in parte tragico: essere sempre soli, anche se attorniati da tanti ammiratori, seguaci, devoti. Va detto che i pellerossa avevano un’alta considerazione del Serpente, animale totem dei nativi, perchè credevano che fosse un messaggero di altri mondi, un portatore di conoscenze superiori. I Serpenti posseggono dunque un’intuizione quasi soprannaturale, e seguendola potranno fare grandi cose. Il totem vegetale è il Cardo, che da un’apparenza spinosa. Una volta che i Serpenti avranno scoperto le loro forze segrete e imparato a utilizzarle, però, si ammorbidiranno naturalmente. Il totem minerale è il Rame, conduttore di energia: i Serpenti hanno energie addirittura in eccesso, debbono solo incanalarle in modo costruttivo.

 

ALCE dal 22 novembre al 20 dicembre

 

L’Alce è l’animale totem dei nati in questo periodo, e conferisce loro un animo sensibile, un forte interesse per le questioni spirituali e una grande dignità . Peccato che spesso gli Alci cadano in errori di valutazione, sia perchè non sanno misurare le proprie forze, sia perchè non hanno grandi capacità  di analizzare gli altri. L’Ossidiana, minerale totem del segno, simboleggia l’intuito e la telepatia: affidandosi a queste qualità , più che alle doti razionali, sarà  più facile centrare le valutazioni. Il totem vegetale è invece l’Abete Scuro, pianta da cui si estrae un rimedio per sciogliere le tossine e un efficace antisettico. Gli Alci, se utilizzeranno in modo appropriato la propria intuizione,sapranno liberarsi (e liberare gli altri) dalle negatività ,dai pensieri ossessivi, da tutto ciò che immeschinisce e rattrista l’anima.

 

 

 1,933 total views,  1 views today

Lascia un commento