L’Orto in Balcone: Piccolo decalogo per il contadino metropolitano

39.gif

 

 

 

 

Coltivare un orto sul balcone sta diventando una nuova moda ma soprattutto un’attività  semplice per ottenere cibo naturale e non trattato a fonte di una spesa minima. E poi, vogliamo mettere la soddisfazione? Per trasformare un balcone fiorito in uno spazio capace di produrre verdure gustose senza penalizzarne l’estetica basta riservare il fronte del balcone alle piante da fiore e lo spazio interno, a ridosso dei muri, agli ortaggi in vaso. Molte verdure hanno splendide foglie e bellissimi fiori, in primis zucche e zucchine. Quindi perchè non osare un originale mix? Fragole e petunie, zucchine e gerani! Ecco 10 consigli per un perfetto orto a misura di città :

1) Accertatevi di avere un balcone sufficientemente grande per accogliere le piante che vorrete coltivare: alcune specie crescono molto e potrebbero sottrarre spazio per altri virgulti.

2) Procuratevi vasi, terra, cazzuola e sementi di tutte le piante che vorrete coltivare. Il tutto può essere acquistato a costi modici in vivai e negozi di piante.

balcone1

3) Riempite i vasi di terra fertile valutando la dimensione del contenitore in modo che possa garantire adeguatamente la crescita.

4) Disponete i vasi in relazione al sole: alcune piante crescono meglio rispetto ad altre anche grazie alla quantità  di raggi solari che assorbono.

balcone2

5) Innaffiate secondo le istruzioni riportate sulle sementi: ricordate che non sempre più acqua significa più frutti!

6) Attendete pazientemente la crescita delle vostre piantine, utilizzando bastoncini, canne di bambù o legno di cassetta per sostenere gli arbusti che non riescono a sostenersi da soli, per esempio i pomodori.

balcone3

7) Controllate che gli insetti non attacchino il vostro coltivato, e se alcune piante non riescono a svilupparsi per colpa dei parassiti, toglietele per non compromettere anche le altre.

8 ) Procuratevi concimi naturali per fertilizzare la terra, utilizzandoli anche durante la crescita delle piante: letame (dotatevi di adeguati mezzi per contrastare gli effluvi sgradevoli) ma anche cenere di legna, fondi di caffè, macerati di ortica o l’acqua di cottura delle verdure (non salata, ovviamente).

9) Variate le coltivazioni, così da avere di tutto un po’: dalle zucchine, ai pomodori, dalla frutta alle erbe aromatiche. Sbizzarritevi, perchè tranne gli alberi ad alto fusto, su un balcone può stare di tutto.

10) Portate sulla tavola e gustate tutto ciò che avrete amorevolmente coltivato!.

 1,289 total views,  1 views today

Lascia un commento