Lo Zodiaco nella Mitologia : Gemelli e Cancro

13.gif

GEMELLI

Il segno zodiacale dei Gemelli (dal 21 maggio al 21 giugno) conclude la primavera. Dall’archetipo del segno si può dedurre che l’energia che nell’Ariete era indifferenziata, e che nel Toro veniva ricevuta dalla terra, nei Gemelli dà  origine a un ciclo di differenziazione e individuazione.Il fuoco originario della sorgente di vita (Ariete) si condensa nella materia e si cristallizza nell’Uovo (Toro) che si suddivide in maschile e femminile con il segno dei Gemelli. Infatti il geroglifico rappresenta due unità  parallele unite in basso e in alto da due linee orizzontali: si tratta di due opposti complementari uniti come in un matrimonio, dove le due line orizzontali rappresentano il tempo e lo spazio. La storia biblica come quella mitologica è ricca di racconti di coppie gemellari come simbolo di dualità  in una continua tensione dinamica (Yin e Yang). La separazione dalla coppia genitoriale comporta la realizzazione del mondo dei contrari, la personalità  si organizza in parte conscia (Io) e inconscia (Non-Io) e quindi in contrari che si oppongono. E’ la divisione fra interno e esterno che conduce all’individualità , per cui il simbolo dei Gemelli è essenzialmente quello della presa di coscienza dell’intelligenza. Infatti il dominatore del segno è Mercurio, il messaggero degli Dei, che gli conferisce grandi doti di eloquio e comunicazione. La scissione interna tra le forze evolutive e involutive dell’uomo, che si risolve nel sacrificio di una a vantaggio dell’altra, è ben rappresentata dal mito di Polluce e Castore. Nati dallo stesso uovo, Polluce è divino Castore è mortale i gemelli protetti ed educati da Mercurio. Nel duello per la contesa delle proprie amanti, gli avversari Ida e Linceo uccidono Castore, che Polluce vendica uccidendo a sua volta Linceo. Polluce allora, dilaniato dal dolore, invoca il padre chiedendo che a Castore venga concessa la divinità  per poter dividere con lui il regno eterno. Accolta la preghiera del figlio, Giove fulmina Ida e concede ai due fratelli di trascorrere l’immortalità  uniti, ma sei mesi negli Inferi e sei mesi nell’Olimpo. Il gemelli porta sempre con sè l’archetipo della scissione e tende ad avere diverse fasi nella sua vita che spesso sono delle alternanze. E di fronte alle prove della vita può abbandonarsi all’angoscia della separazione o della perdita. Come i gemelli mitologici, anche il nato sotto il segno zodiacale vive nella dannazione e nella beatitudine in modo alterno e in senso esistenziale. Dotato di una grande intelligenza ha il desiderio innato di conoscere, e quindi esperisce il dolore dell’esperienza ma ragiona troppo per abbandonarsi. In genere riesce ad imporsi verso gli altri con un grande estro e simpatia ma spesso la sua fragilità  e la sua tendenza ad eccedere gli causa inimicizie che alle volte per invidia arrivano alla violenza. Quando vi sono aspetti sfavorevoli, è portato alla bugia, alla maldicenza e alle truffe, negli altri casi si avrà  un soggetto tendente alla superficialità . Mentre l’Ariete rappresentava la testa, il toro la gola, i gemelli rappresentano nella patologia del soggetto le vie respiratorie, le braccia e le mani e sono probabili patologie alla vescica e alla pelle. La grande capacità  del soggetto di assimilare lo conduce ad un nervosismo perchè spesso non riesce a scaricare gli eccessi di cui gli stesso si crede capace di poter contenere. Il suo corpo è agile, braccia e gambe lunghe e svelto nei movimenti spesso è ossuto difficilmente riesce a nascondere i propri stati d’animo e la sua curiosità . Il gemelli è l’unico segno dello zodiaco che riesce ad eludere gli ostacoli tirandosi indietro prima che l’evento si realizzi. In genere un gemelli con molti aspetti positivi nel suo tema diventa famoso e popolare, nei casi contrari spreca energie e perde occasioni economiche interessanti. Nella sfera affettiva il tipo Gemelli è tendente a cercare dei soggetti che frenino la sua esuberanza opposti al suo carattere proprio perchè avvertono l’esigenza di non sprecare e di piantare i piedi in terra.

gemelli

CANCRO

Con il solstizio d’estate, il 22 giugno, viene annunciato il quarto segno zodiacale. In questo periodo trionfano le forze generatrici materne nella natura. E il geroglifico del Cancro rappresenta proprio il processo della gestazione prima della nascita, ma anche un immagine molto simile al Tao. Il Cancro porta dentro di sè il grande archetipo della Madre, il suo elemento è l’Acqua limpida e profonda dei mari e dei laghi, ma anche l’acqua originaria, il liquido amniotico del ventre materno. Si può dire che il Cancro è il segno che lega il presente al passato con nostalgia, così come la madre è il punto di passaggio tra la generazione precedente e il figlio che la continua. L’immagine del Cancro è quella del crostaceo al riparo nella sua corazza che vive nascosto sia nell’acqua che fuori. Il tipo Cancro presenta di solito un carattere ricettivo, dotato di grande intuito, passivo e con una sviluppata tendenza al sogno ma generalmente non ama condividere il proprio intimo e in genere i suoi rapporti sono connotati da freddezza attenuata dalla cordialità . Nella simbologia antica il Cancro rappresenta una delle porte dello Zodiaco da cui dovevano passare le anime che erano pronte ad incarnarsi. Dopo aver bevuto dalla coppa del Dio Bacco che gli cancellava la memoria materna diminuendo così la sofferenza del distacco, erano pronte per la vita. Oltre a rappresentare il Karma dei genitori e il ciclo vitale, il Cancro rappresenta bene anche il mito di Edipo, e quindi riassume tutta la tematica dell’instabilità , della tensione fra reale e immaginario, ma di un desiderio che è sempre superiore alle proprie possibilità  e che inevitabilmente conduce alla sconfitta. Dall’amara delusione nasce la regressione che porta alla nostalgia dei bei momenti passati favorendo ulteriormente la chiusura. Quindi, passivo molto ricettivo, alieno al coinvolgimento diretto e responsabile, a causa della costante presenza materna spesso ritarda o addirittura nei casi più gravi impedisce il processo di maturazione, realizzando unicamente un mondo interiore. Nei casi di forti afflizioni natali il soggetto può soffrire di forme di autismo o rifiuto della socialità . Notoriamente lunatico, il Cancro può variare il suo umore più volte nella stessa giornata, il che lo conduce facilmente a mutare i suoi stessi principi. Possiamo riscontrare nel Cancro il tipo inibito, meditativo e indeciso così come in altri casi la tipologia può manifestare aspetti del tutto contraddittori, e facilmente si avranno soggetti in continuo cambiamento e alla ricerca esasperata di sensazioni, con una sfera affettiva molto complessa e instabile. Questa duplicità  trae le sue origini dal vissuto edipico del soggetto. Le due nature presenti nel Cancro rendono questo segno tra i più enigmatici di tutto lo Zodiaco. Indubbiamente nel cancro si esprime l’archetipo della famiglia e il soggetto ha per sua natura una fortissima tendenza al legame con la casa e la famiglia, valori che esaspera sino ad arrivare alla testardaggine. Terrorizzato dalla solitudine preferisce morire nel passato che nascere nel nuovo, per la paura di crescere ed evitare la fatica di rendersi diverso e quindi individuale. Il tipo Cancro ha caratteristiche fisiche non proporzionate: in genere la parte superiore ha una configurazione robusta e carnosa mentre la parte inferiore risulta essere debole e sottile. La statura è media e gli occhi in genere sono piccoli e incavati. Le patologie del segno sono spesso collegate allo stomaco.

cancro

 

1,288 Visite totali, 6 visite odierne





Lascia un commento