Le ere del Cancro, dei Gemelli e del Toro

logo1

Queste tre ere ci fanno risalire nel tempo a un periodo di evoluzione dell’umanità in cui questa esce dall’infanzia del neolitico, se così possiamo dire, e dunque dalla preistoria, per entrare in quella che potremmo chiamare la sua adolescenza che corrisponde all’inizio della storia propriamente detta, cioè dell’antichità.

IL RITORNO ALLE ORIGINI
A proposito di evoluzione, è interessante osservare che quello che ci porta a seguire i progressi del risveglio dell’intelligenza umana e dell’influenza esercitata sul grande ambiente naturale che è la Terra, si misura, astro- logicamente, secondo un processo e un movimento inverso a quello che ci permette di valutare lo sviluppo dell’individuo. In effetti, le ere che riguardano i movimenti collettivi degli esseri umani, si contano seguendo i segni dello zodiaco a ritroso, cioè nel senso delle lancette di un orologio, mentre tutto ciò che concerne l’individuo e la sua evoluzione personale, che si sussegue durante gli anni della sua vita studiando i transiti degli astri nel suo tema natale, si valuta seguendo l’ordine cronologico dei segni dello zodiaco, cioè, questa volta, nel senso inverso, ma normale in astrologia, rispetto a quello delle lancette di un orologio. Se ne può dedurre che, simbolicamente e astrologicamente, l’evoluzione dell’individuo avviene seguendo un cammino contrario a quello che regola i progressi dell’umanità. Tutto si verifica quindi come se questi due  movimenti contraddittori, percettibili nello zodiaco, costi intuissero il principio stesso del destino collettivo al quale ogni individuo deve resistere per essere se stesso, per non lasciarsi attirare là dove tutto lo porta o lo trascina fatalmente, come un uomo che navighi contro la corrente di un fiume per risalire fino alla sorgente.

era_4

Nel periodo del neolitico, l’uomo lavora gli oggetti della vita quotidiana fino a farli diventare vere e proprie opere d’arte.

In altri termini, anche in astrologia si tratta, simbolicamente, di un ritorno alle origini, di un capovolgimento, un rovesciamento, il cui completo significato abbiamo avuto l’opportunità di valutare studiando soprattutto i simboli del segno dell’Acquario, ma anche delle Stelle, il diciassettesimo arcano maggiore dei Tarocchi divinatori .

 

LE ERE DEL CANCRO, DEI GEMELLI E DEL TORO, DALL’ 8576 AL 2138 A. C. CIRCA
Sono stati fatti degli studi a proposito di eventuali o possibili coincidenze tra le ere zodiacali ed eventi protostorici, e in seguito storici, che vengono a confermare il metodo e la teoria dei cicli universali scanditi dallo zodiaco. Da parte nostra, ci riferiamo unicamente ai lavori degli studiosi della preistoria e degli storici e pensiamo che tali similitudini, se esistono, meriterebbero uno studio molto più approfondito. In effetti, man mano che ci avviciniamo alla storia contemporanea, disponiamo di date e di informazioni sempre più precise che ci permettono di rilevare le analogie evidenti o quelle più sottili che sembrano esistere tra le ere e certi fatti, avvenimenti, credenze, miti, correnti di pensiero relativi alla storia di un certo periodo dell’umanità. Pertanto, partendo dall’era del Cancro, ci è sembrato interessante prendere in considerazione i decani di questo segno, come pure quelli dei segni dei Gemelli e del Toro, per tentare di entrare un po’ più nei dettagli e riferirci non solo ai segni in questione, come abbiamo fatto a proposito delle ere precedenti, ma anche ai loro rispettivi maestri e ai maestri dei 9 decani che ci interessano .

 

Dal 8576 al 7860 a. C. circa: 3° decano del Cancro, il cui maestro è la Luna
Nel vicino Oriente, la cultura si distingue per l’evoluzione dell’architettura delle case, per lo sviluppo dei villaggi, e soprattutto per l’apparizione delle prime colture di grano e di orzo. E durante questo periodo, coincidente con un decano che rivela l’attaccamento al passato, che sembra sia nato il culto degli avi.

 

Dal 7860 al 7145 a. C. circa: 2° decano del Cancro, il cui maestro è Mercurio

Durante questo periodo, l’agricoltura e l’allevamento progrediscono, le case diventano rettangolari, più solide, più funzionali, gli uomini fabbricano oggetti e statuette in terracotta, in particolare figurine femminili raffiguranti la Grande Madre Terra. Siamo nel pieno del segno del Cancro.

 

Dal 7145 al 6430 a. C. circa: 1’ decano del Cancro, il cui maestro è Venere
Si tratta di un periodo che coincide con l’apparizione della ceramica. Facendo cuocere gli oggetti sagomati nell’argilla, gli uomini uniscono l’utile al dilettevole; fabbricano utensili, vasellame e superbe sculture in terracotta. Si sviluppa il culto della “Grande Madre”, o “Padrona degli animali”.

era_5

Alla fine del IV millennio avanti Cristo apparvero i primi segni di scrittura. Siamo nel 2° decano del segno del Toro.

 

 

Dal 6430 al 5715 a. C. circa: 3° decano dei Gemelli, il cui maestro è il Sole
Nel corso di questo periodo, gli uomini mettono a punto i primi sistemi, già piuttosto elaborati, d’irrigazione artificiale, che favoriranno ulteriormente lo sviluppo dell’agricoltura.

 

Dal 5715 al 5000 a. C. circa: 2° decano dei Gemelli, il cui maestro è Marte
A Eridu, in Mesopotamia, si costruisce il primo tempio in mattoni crudi, modellati, fabbricati con fango e paglia. Questo santuario, uno dei più vecchi al mondo, è la dimora del dio Enki che più tardi avrà il nome di Ea in accadico, e dei Sette Saggi che trasmisero il loro sapere agli uomini.
Dal 5000 al 4284 a. C. circa: 1° decano dei Gemelli, il cui maestro è Nettuno

E realmente nel corso di questo periodo che gli uomini si impadroniscono della tecnica d’irrigazione artificiale. Tra gli uomini, sembra apparire una nuova forma di scambio: il commercio!

 

Dal 4284 al 3569 a. C. circa: 3° decano del Toro, il cui maestro è Saturno

Villaggi differenti, ma sempre più numerosi, si insediano da una parte nel Delta e dall’altra nella valle del Nilo. Sono le premesse della civiltà egizia.

Dal 3569 al 2854 a. C.circa: 2° decano del Toro, il cui maestro è la Luna

I primi velieri solcano il fiume Nilo. I Mesopotamici creano il carro. Ma il fatto saliente di questo periodo, è la creazione della scrittura cuneiforme dei Sumeri. Si assiste anche alle prime fasi della civiltà cinese.

 

Dal 2854 al 2138 a. C. circa: 1° decano del Toro, il cui maestro è Mercurio
Imhotep, l’architetto e consigliere del faraone Zoser (2700 a. C.), concepisce e fa costruire la prima piramide in Egitto, a Saqqra. Secondo un’antichissima leggenda mesopotamica, fu proprio durante questo periodo che si verificò il famoso diluvio, mito che verrà ripreso in seguito dai redattori della Bibbia .

1,512 Visite totali, 1 visite odierne





Lascia un commento