~La Rosa di Jericho~

99.gif

Quando parliamo con le nostre Relazioni ci è necessario conoscere molte lingue. Queste differenti forme di comunicazione ci insegnano ad usare tutte le nostre percezioni. Con le nostre Relazioni umane possiamo parlare. Possiamo scegliere di cantare o ululare con le Creature…..

…..oppure prestare ascolto ai loro canti. Ci viene insegnato a percepire le necessità  e lo spirito delle nostre Relazioni Piante. Possiamo utilizzare un linguaggio non parlato per inviare pensieri o sentimenti ai nostri Antenati nel Mondo dello Spirito, possiamo dare voce, cantare o danzare i nostri messaggi di ringraziamento al Creatore. Ogni forma di espressione da noi usata è un modo di parlare, o comunicare, che costituisce un linguaggio vero e proprio.

Ogni circolo di vita ha il proprio linguaggio. La sola lingua che li raggruppa tutti in linguaggio Seneca è detta Hail-oh-way. an la Lingua dell’Amore. Se ci avviciniamo a una creatura con amore e pace nel cuore, quella creatura se ne accorge e non scappa.

Quando sediamo in silenzio, colmi di gioia, possiamo sentire le voci degli Spiriti del Vento che si muovono tra gli alberi. Se ascoltiamo col cuore, gli Spiriti dell’Acqua canteranno per noi, facendoci conoscere il loro messaggio.

La Madre del Clan del Primo Ciclo Lunare, ci insegna a comprendere le forme di comunicazione offerteci dagli esseri viventi del mondo naturale. Quand’è stata l’ultima volta che ti sei soffermato a cercare di percepire se un altra forma di comunicazione veniva inviata nella tua direzione? Questi utili messaggi potrebbero essere destinati alle nostre orecchie, ma se non diventiamo consapevoli dei segnali unici che la natura ci invia, non riceviamo nessuna informazione ne le conseguenti ricompense spirituali.

PARLARE CON LE RELAZIONI

Madre della Natura parla con la sua famiglia.Persona di Pietra,Fiore Selvatico,E Lupo sono i suoi amici.Tessendo i ritmi delle stagioni,Ella cavalca i Venti del Mutamento,Aprendo con gioia il suo cuore,Rifugio contro fame e dolore.Custode dei bisogni della Terra,Relazionigrandi e piccole,Madre, io ti vedo nella goccia di rugiada,Ti ascolto nel grido dell’Acqua

Ogni parte della Creazione è un potenziale insegnante che ci mostra in uno specchio ciò che abbiamo bisogno di imparare su noi stessi. Perche l’umanità  possa sviluppare il proprio potenziale divino dobbiamo cominciato dall’inizio-dal Se- Possiamo scoprire lo schema complessivo del Grande Mistero in ogni sfaccettatura del mondo naturale e vedere quegli stessi modelli in noi stessi.

L’armonia che desideriamo vedere nel mondo deve cominciare dentro noi stessi. Possiamo entrare in rapporto con le fazioni contrastanti o con le parti di noi stessi che ostacolano la nostra armonia scoprendo quali parti della nostra natura umana sono in confltto tra loro. Può il lato geloso diventare Fratello del lato generoso?

Può la parte insicura diventare Sorella della parte fiduciosa?Può la parte maschile e competitiva sposare la parte femminile e cooperativa?Provaci e scopri da te che cosa significa avere Relazioni pacifiche con le parti di te che sono in contrasto con altre.

‘, ‘La Comunicazione’, 0, ‘, ‘publish’, ‘open’, ‘open’, ‘, ‘la-comunicazione’, ‘, ‘, ‘2008-03-06 11:37:17’, ‘2008-03-06 10:37:17’, ‘, 0, ‘http://www.noi-e-la-luna.it/moon/?p=326’, 0, ‘post’, ‘, 0), (327, 1, ‘2008-03-06 11:42:00’, ‘2008-03-06 10:42:00’, ‘

99.gif

Il vecchio dal volto pieno di rughe era un guaritore del popolo del deserto. Aveva servito bene la Tribù distribuendo sempre generosamente la propria conoscenza. Un giorno fu chiamato ad assistere una donna che lamentava dolori addominali acuti e implacabili.Andò nella sua capanna, recitò le preghiere ed operò la guarigione. Il dolore non c’era più.La figlia delta donna domandò al Vecchio: Nonno, cos’era quella palla di piante secche che hai messo sullo stomaco di mia madre?

Il vecchio guaritore sorrise e spiegò: Queste piante si chiamano Rose di Jericho. Vengono spazzate dai venti del deserto come piccole sterpaglie, sradicandosi da sole quando l’acqua è troppo scarsa. Poi rimettono radici ovunque si trovino nel momento di una nuova pioggia.

Figlia mia, hai notato come si è aperta la pianta sull’addome di tua madre quando vi ho versato sopra dell’ acqua?Oh, sì, Nonno, era come se la piccola erba secca si aprisse per diventare una felce quando l’acqua l’ha toccata.

Ho notato che il dolore della mamma è scomparso non appena la pianta si è aperta arrestando i suoi gemiti.

Questo è il miracolo della Rosa di Jericho. Ha assorbito il dolore di tua madre nel momento in cui le sue radici hanno tentato di ricongiungersi con la terra. Ora restituirò la pianta al deserto, affinche venga purificata dai venti.

Quella pianta ha adempiuto la propria missione di guarire gli esseri umani; dobbiamo mostrare la nostra gratitudine restituendo alla Persona Pianta la propria libertà .

Come tua madre, la Rosa di Jericho continuerà  a vivere, ritornando un altro giorno a servire Tutte le Nostre Relazioni.

 

 1,130 total views,  1 views today

Lascia un commento