I primi alimenti del bambino

93.gif

Vostro figlio sara probabilmente pronto per gli alimenti solidi verso il quarto o sesto mese. Prima di questo momento, infatti. il suo apparato digerente potrebbe non essere sviluppato a sufficienza per tollerarli. Sara felice di mangiare se lo mostrera allungando le mani e facendo con la bocca i movimenti tipici della masticazione.-  La scelta migliore come prima alimento solido e il riso,molto facile da digerire. Diluitelo con latte materno, acqua bollita raffreddata o latte artificiale. Se allattate al seno, il latte materno dara a questo cereale un odore e un sapore familiare. In seguito, potreste passare a quello artificiale o all’acqua.

Vostro figlio sara probabilmente pronto per gli alimenti solidi verso il quarto o sesto mese. Prima di questo momento, infatti. il suo apparato digerente potrebbe non essere sviluppato a sufficienza per tollerarli. Sara felice di mangiare se lo mostrera allungando le mani e facendo con la bocca i movimenti tipici della masticazione.-  La scelta migliore come prima alimento solido e il riso,molto facile da digerire. Diluitelo con latte materno, acqua bollita raffreddata o latte artificiale. Se allattate al seno, il latte materno dara a questo cereale un odore e un sapore familiare. In seguito, potreste passare a quello artificiale o all’acqua.-  Il riso non dovrebbe essere molle e potreste ottenere piu successo preparandolo piuttosto denso. Utilizzate un cucchiaino piccolo e riempitelo solo a meta. Anche se il vostro bimbo lo adora, non superate, in queste prime fasi le tre cucchiaiate. Per provare i primi alimenti solidi scegliete la poppata di meta mattina, quando il bimbo e tranquillo e disponibile. Non date mai al bambino il riso tramite una tettarella con il buco allargato. Se non vuole mangiarlo, provate in seguito.-  Cercare di farlo mangiare dopo la normale poppata potrebbe essere inutile, poiche il bimbo sara soddisfatto del latte. Non tentate di fargli assaggiare i cibi solidi durante la poppata notturna: una reazione negativa infatti potrebbe procurarvi una notte insonne. Servite gli alimenti a temperatura ambiente: riscaldate eventualmente il piatto a bagnomaria. Inoltre, controllate sempre la temperatura prima di dar da mangiare al bambino.-  Ricordate che finora vostro figlio ha associato l’ingoiare con il succhiare, quindi all’inizio potrebbe tossire, schizzarvi e sputare il cibo. Siate pazienti e provate con piccolissime quantita di pappa. Se tossisce o starnutisce tenetegli una mano di fronte al viso, non sulla bocca.-  Se avete provato a dargli la pappa e l’ha rifiutata, non conservatela per il prossimo pasto. Se la saliva e entrata in contatto con il cibo, potrebbero svilupparsi batteri.-  Quando il bambino ha imparato ad apprezzare il riso. potrete aggiungere frutta e verdura passate. Schiacciate in un colino con una forchetta la verdura lessa quindi diluitela con un po di latte artificiale o di acqua bollita-  Il pesce fresco e eccellente per i bambini oltre i sei mesi. Assicuratevi che pelle e lische siano state completamente rimosse.-  La pappa dovra essere semplice. Vostro figlio non apprezzera piatti elaborati e voi avrete faticato per nulla.-  Preparate gelatine fresche di frutta facendo rassodare del succo di frutta diluito con gelatina. Per 5oo ml di succo occorrono tre cucchiaini di gelatina sciolta in 3 cucchiai di acqua bollente.-  I bambini non sentono il bisogno di zucchero, sale e panna. Pensate alle loro abitudini future e non aggiungete dolcificanti o grassi. I grassi di cui hanno bisogno provengono dal latte.-  Ricordate che il latte, nel prima anno di vita, e l’alimento piu importante. Se il bimbo lascia un po’ di latte nel biberon o conclude la poppata prima del solito, potrebbe voler dire che gli alimenti solidi sono ormai sufficienti.

primipranzi.jpg

 

1,034 Visite totali, 1 visite odierne





Lascia un commento