I frantoi d’Italia in festa

articoli.gif

Tutte le regioni d’Italia celebrano la bontà  e la tradizione di pane e olio d’oliva: dalla Liguria alla Puglia, dalla Toscana alla Sicilia, dall’Umbria alle Marche alla Campania: gli alimenti principe della tradizione gastronomica del Mediterraneo sono protagonisti della quinta edizione di “Pane e Olio in Frantoio 2006”, che si svolge domenica 26 novembre, in centinaia di piazze italiane, proponendo un ricco programma di iniziative tra convegni, visite guidate ad aziende e frantoi, e momenti di intrattenimento organizzati città  per città .

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Nazionale Città  dell’Olio, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Città  del Pane, propone un ricco programma, a partire da Imperia dove la manifestazione si svolge in concomitanza con l’iniziativa “OliOliva”, per giungere in Toscana con gli spettacoli di Montescudaio (Pi), la raccolta delle olive e il mercatino etrusco a Chiusi, i frantoi aperti a Sassofortino nel comune di Roccastrada o le iniziative della provincia di Pisa che, da sabato 25 novembre, unisce Pane e Olio in Frantoio alla rassegna annuale “I Pisani più Schietti”, con la vendita e l’esposizione dei migliori vini, oli e altri prodotti tipici pisani.A Foligno, in provincia di Perugia è aperta la mostra di olio e pane di produzione delle aziende locali, mentre nel Comune di Montegabbione (Tr) è in programma una mostra sulla raccolta delle olive e un’escursione tra gli affascinanti boschi della provincia con l’arrivo nel Castel di Fiori, sede di un assaggio di bruschette con olio d’oliva e pane locale. Tra le novità  di quest’anno, inoltre, l’itinerario sensoriale a Giano dell’Umbria, che inizia sabato 25 novembre con un percorso sensoriale tra gli olivi millenari, le abbazie benedettine e frantoi aperti al pubblico, con degustazione guidata di olio extravergine di oliva, mentre domenica 26 novembre si svolge la rievocazione della Festa della Frasca che ricorda la tradizionale Buonfinita della raccolta delle olive. in programma la sfilata dei carri dei raccoglitori, mentre in piazza ha luogo una grande degustazione di bruschetta e prodotti tipici locali.Nelle Marche, nel Comune di Cartoceto (Pu) degustazione di olio novello e visita guidata al museo dell’olio e alla mostra di Arte Contemporanea intitolata “Sentimento Agreste”. Degustazioni in piazza anche a Fano dove, per tutta la giornata si svolgono la Mostra Mercato dei prodotti tipici agroalimentari “Il Borgo del Gusto”, il Concorso Regionale di oli extravergini di oliva e il Concorso Nazionale di formaggi e di pecorini tipici; per finire mostre, convegni e degustazioni guidate.A Monte San Vito (An) nel centro storico sono allestiti gli stand di panificatori locali e delle aziende olearie cittadine. Nel Lazio a Itri (Lt) in un curioso binomio tra olio e storia, c’è la possibilità  di visitare e assistere alle fasi di molitura delle olive dei frantoi della città ; in programma, inoltre la visita al Castello Medioevale e al museo demo-antropologico del brigantaggio. Protagonisti della giornata, insieme al nuovo raccolto sono le pagnotte tradizionali di farina bianca mista ed integrale, con l’olio di oliva istriano e le olive in salamoia bianche e nere.Gli oli della Campania e il pane casereccio sono protagonisti a Sant’Agnello (Na) abbinati ai prodotti della gastronomia locale come le famose caponatine, gli spicchi di carciofi, la cioccolata, le mozzarelle fiordilatte, il babà  napoletano e le caciottine canestrate di Sorrento, i taralli all’olio extravergine e vini DOC del territorio, tra cui il Gragnano di Sorrento e Lettere di Capri.In Puglia si può degustare l’olio locale tutto il giorno fino a mezzanotte, nel Comune di San Paolo di Civitate (Fg) in piazza Aldo Moro, con bruschette e fagiolata condite con l’extravergine. Per l’occasione l’Amministrazione comunale propone stand per il mercatino di antiquariato e artigianato, mentre la serata è allietata da musica e spettacoli folkloristici. A Mattinata, in provincia di Foggia, frantoi e banchi di assaggio sono aperti per tutti i visitatori.Anche le Città  dell’Olio della Sardegna partecipano alla manifestazione con degustazioni e visite guidate ai frantoi nei Comuni di Gonnosfanadiga (Md), Cabras (Or) e Ilbono (Nu). In provincia di Cagliari, nel Comune di Santadi, domenica 26 novembre apre la mostra mercato dei prodotti agroalimentari e dell’artigianato locale, con assaggi dell’olio, dimostrazione della molitura del grano secondo le tecniche tradizionali e cottura del pane nel forno a legna. Non manca la prova guidata di assaggio dell’olio e il trenino turistico ai frantoi e agli oliveti secolari.La manifestazione Pane e Olio 2006, tocca anche le Città  dell’olio del Molise, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Sicilia e quelle dell’Emilia Romagna.

991 Visite totali, 1 visite odierne





Lascia un commento