Enciclopedia della Luna : Apparizioni Mariane

enciclopedialuna

 

Si tratta di visioni o manifestazioni soprannaturali della Beata Vergine Maria, accompagnate da altri fenomeni paranormali, quali musica e canti celestiali, guarigione miracolosa, luminosa, percezione extrasensoriale.
Nel corso dei secoli si sono registrate innumerevoli Apparizioni mariane, ma solo in un numero esiguo sono state riconosciute autentiche dalla Chiesa cattolica. Nella maggior parte dei casi, appare una signora luminosa che s’identifica come Maria, reca messaggi che esortano a pregare di più e a condurre una vita devota e chiede che le siano edificati santuari e chiese. Numerose volte, i beneficiari delle apparizioni sono bambini.
Nella tesi della Chiesa cattolica, tali apparizioni non sono fantasmi ma fenomeni mistici concessi da Dio. Apparizioni corporee e incorporee sono citate sia nel Vecchio sia nel Nuovo Testamento. Le Apparizioni mariane non sono in assoluto accettate come articoli di fede, ma quelle riconosciute come autentiche vengono celebrate.

apparizioni-mariane
Tra queste, le più famose sono (in ordine cronologico):

Guadalupe (Messico): nel 1531, Maria apparve cinque volte a Juan Diego, un atzeco convertito al Cattolicesimo. Le apparizioni furono registrate in diversi documenti, compreso il Codice di Siviglia. Il primo episodio avvenne una mattina all’alba, mentre Juan si recava a messa: improvvisamente egli udì un gran coro, come di migliaia di uccelli che sembrava provenire dalla cima di una collina dove egli vide una nuvola luminosa; cominciò ad arrampicarsi in quella direzione quando improvvisamente la musica smise e nel silenzio udì una voce di donna chiamarlo. Allora Diego vide una donna in piedi su una nuvola di nebbia, iridescente, dei colori dell’arcobaleno. Lei immediatamente si presentò come Maria, dicendo: «Tu devi sapere, ed essere certo nel tuo cuore, figlio mio, che io sono veramente l’eterna Vergine, santa Madre del Vero Dio, per grazia del Quale noi viviamo, Signore del Cielo e della Terra».
Un’altra volta, l’apparizione disse a Juan di raccogliere fiori e, sebbene fosse una stagione fredda, egli trovò un giardino di rose laddove non ne erano mai cresciute prima. Erano Rose di Castiglia, una specie che allora non esisteva in Messico. Maria gli disse di raccogliere i fiori nella sua tilma, o mantella, e portarli al vescovo. Quando Diego gli mostrò i fiori davanti ad altri presenti, sulla mantella apparve impressa una bellissima immagine dell’immacolata Concezione: una donna con il sole e le stelle, in piedi su una luna nuova, con un angelo ai suoi piedi. Lo stile del dipinto non apparteneva alla tradizione Maya-Toltec-Atzeca dell’epoca, che somigliava a geroglifici preistorici; la mantella era di ayate, un tessuto grezzo fatto di fibra di cactus che poteva durare al massimo 30 anni. Invece, sia la mantella sia il dipinto sono sopravvissuti fino ad oggi e sono esposti in un santuario edificato a richiesta della Madonna.
Specialisti che hanno esaminato gli occhi della figura nel dipinto confermano che in ognuno sono riflesse le immagini di un uomo, forse lo stesso Juan Diego.
Il papa Pio XII (1939-58) ha detto che sulla tilma dell’umile Juan Diego — come tramanda la tradizione — pennelli non di questa terra hanno dipinto una immagine più tenera che il corrosivo lavoro dei secoli doveva meravigliosamente rispettare.

virgen_de_guadalupe
Lourdes (Francia): dall’11 febbraio al 16 luglio del 1858, per 18 volte, Bernadette Soubirous, di 14 anni, avrebbe visto Maria in una grotta lungo il fiume Gave du Pau vicino Lourdes, sui primi pendii dei Pirenei.
La giovane disse d’aver visto una ragazza vestita di bianco, non più alta di lei, che la salutava con un piccolo cenno della testa. Una volta la Signora parlò nel dialetto locale e disse.Vuoi venire qui ogni giorno per due settimane? Non ti prometto di renderti felice in questo mondo ma nell’altro». Nell’ultima apparizione, la donna s’identificò come la Immacolata Concezione.
In seguito alle apparizioni, sembra che Bernadette avesse delle france o estasi che in alcuni casi duravano un’ora. Dopo che le visioni cessarono, ad una sorgente che sgorgava nella grotta vicino al luogo dell’apparizione furono accreditate miracolosi poteri di guarigione che, non essendoci proprietà terapeutiche note, i credenti attribuiscono alla protezione della Madonna. Su sua richiesta nel 1871, a Lourdes, fu edificata una cappella che si è sviluppata fino a diventare una delle più grandi chiese del sud della Francia.
La Chiesa cattolica ha autenticato le apparizioni di Bernadette quattro anni dopo e ha canonizzato santa Bernadette 18 dicembre 1933. L’identificazione dell’apparizione è importante per il Cattolicesimo che l’ha assunta come conferma divina dell’immacolata Concezione, definito dogma cattolico nel 1854.
L’immacolatezza della Madonna è il fondamento comune alle apparizioni sia di Guadalupe sia di Fatima. Ogni anno il luogo sacro è visitato da circa sei milioni di pellegrini.Nel 1882 fu istituito il “Burean des Constatations Médicales”, una commissione indipendente di medici, aperta a qualificati specialisti esterni, che ha il compito d’esaminare i presunti casi di guarigione miracolosa. Tra le numerose dichiarazioni di visioni e miracoli legati sia alle acque sia al luogo, la maggior parte si sono rivelate infondate.

lourdes
Fatima (Portogallo): nel 1917, esattamente il 13 maggio, dopo tre successive apparizioni di un Essere che si era presentato come “angelo del Portogallo”, la Madonna apparve a tre pastorelli, bambini molto devoti: Lucia dos Santos. di 10 anni, e i due cugini, Jacinta e Francisco Marto, rispettivamente di 7 e 9 anni.
Le due bambine avevano visto una “giovane signora” (che nel linguaggio popolare era identificata come la “bella signora”) e l’avevano sentita parlare, mentre il maschietto ebbe solo la visione. Essi la descrissero vestita di bianco e in piedi su un alberello. Lei chiese loro di tornare nello stesso posto alla stessa ora dello stesso giorno per cinque mesi consecutivi. Diecimila persone si presentarono all’appuntamento delle apparizioni che, tranne agosto, avvennero a Cova da Iria, un campo a pascolo vicino ad Aljustrel, un paese nella parrocchia di Fatima, a nord di Lisbona.
Dopo la seconda visione del 13 giugno, in quella successiva del 13 luglio i tre fanciulli furono esortati a pregare per la fine della I Guerra mondiale, istanza molto sentita da tutto il popolo in quanto la Germania aveva dichiarato guerra anche al Portogallo. Durante l’apparizione Lucia avrebbe avuto anche la visione dei dannati nell’inferno. In seguito ricevette dalla Madonna l’invito a pregare per i non credenti, per la conversione della Russia e per le persecuzioni alla Chiesa e al Papa
L’apparizione di agosto avvenne con qualche giorno di ritardo a causa dell’atteggiamento anticlericale delle autorità che impedì ai tre pastorelli di presentarsi alla data fatidica. In quell’occasione la Signora suggerisce di destinare le offerte dei sempre più numerosi fedeli per l’edificazione di una cappella sul luogo
In occasione della sesta ed ultima apparizione del 13 ottobre, si radunò una folla di più di 60.000 pellegrini sotto una pioggia torrenziale. La Madonna apparve ai bambini svelandosi coma le “Madonna del rosario” chiedendo di far costruire una cappella in suo onore e far dire il rosario ogni giorno. Lucia ebbe di seguito la visione della Madonna Addolorata, della Madonna del Carmine, di san Giuseppe col Bambin Gesù e di Gesù uomo. Poi smise di piovere ed avvenne quello che è conosciuto come il “miracolo del sole”: questo apparve improvvisamente da uno squarcio delle nuvole e cominciò a roteare, emanando un luce multicolore; sembrò piombare sulla terra emanando calore e così si diffuse panico poiché qualcuno lo temé come un segno della fine del mondo. Quando tutto in cielo tornò alla normalità, il panico si trasformò in timore reverenziale. Questo miracolo, che durò 10 minuti, fu visto a distanza di chilometri senza che se ne sia trovata una spiegazione scientifica significativa; i fotografi presenti potettero documentare non la rotazione del sole ma l’insolito mutamento atmosferico della pioggia che rapidamente si asciugò. Nella circostanza si sarebbero verificate guarigioni miracolose. Tutto questo era il segno che la Madonna aveva promesso ai tre vedenti per convincere definitivamente i miscredenti.
Secondo quanto rivelò la Madonna, Io scopo delle apparizioni era di trasmettere messaggi alla gente: la necessità di pregare il rosario, della preghiera e della mortificazione per la conversione dei peccatori, l’offerta riparatrice della santa Comunione il primo sabato di ogni mese; inoltre tutto il mondo doveva farsi devoto al Cuore Immacolato della santa Madre. In cambio molte anime sarebbero state salvate, la Russia si sarebbe convertita, un’altra e più terribile guerra sarebbe stata evitata e ci sarebbe stata pace nel mondo. Questo sarebbe stato contenuto nei famosi “tre segreti di Fatima” che Lucia aveva confidato nella loro interezza alle autorità ecclesiastiche e man mano poi divulgati. L’ultimo di essi è stato (parzialmente) svelato solo il 13 maggio 2000, in occasione della visita effettuata da papa Giovani Paolo II.
A causa dell’iniziale ostilità era stata distrutta la cappella costruita nel 1919. Solo nel 1927 la Chiesa cattolica autorizzò i pellegrinaggi e secondo le istruzioni dell’apparizione sul luogo fu costruita una basilica, inaugurata il 13 maggio 1946 durante il governo di Salazar; al grande santuario si aggiunsero ospedali, ospizi e altri istituti religiosi. L’8 dicembre 1942, durante la II Guerra mondiale, papa Pio XII consacrò l’umanità al “Cuore Immacolato di Maria” e stabilì la chiusura dell’Anno Santo del 1950 proprio a Fatima.
Il 7 luglio 1952 lo stesso Papa promulgò l’enciclica sulla consacrazione della Russia al cuore di Maria. Prima di Giovanni Paolo II avevano fatto pellegrinaggio a Fatima i due precedenti pontefici, Giovanni XXII e Paolo VI.
Restano da valutare il significato trascendentale e la portata umana e sociale dei “tre misteri” che un Essere ultraterreno affidò all’intelligenza e alla sensibilità di una povera ed ingenua bambina in un villaggio del Portogallo, per il bene e la salvezza dell’umanità intera.
Molte apparizioni della Madonna non sono riconosciute dalla Chiesa ufficiale, che impiega anni d’indagini per autenticarle sebbene, nel frattempo i luoghi delle presunte apparizioni continuano ad essere frequentati da pellegrini nella speranza di miracoli.

madonna_di_fatima

Zeitoun (Egitto): dal 1968 al 1969, in 14 mesi si verificarono più di 70 Apparizìoni mariane ed altre fenomeni insoliti nelle vicinanze della Chiesa Copta di santa Maria a Zeitoun, sobborgo del Cairo.
I primi testimoni furono tre meccanici musulmani che una sera del 2 aprile dichiararono d’aver visto una donna vestita di bianco così abbagliante da non poterne distinguere le fattezze del viso, in piedi in cima alla cupola centrale della chiesa. Altri la videro e una folla si radunò in pochi mìnuti; qualcuno vi riconobbe la Madonna, la folla gridò e l’apparizione assentì con un inchino; dopo un p0’ la figura si elevò in cielo e scomparve. A questa prima visione seguì tutta una serie di guarigioni spontanee d’ogni tipo di malattia o infermità: uno dei meccanici, che doveva operarsi il giorno seguente per un dito in cancrena, guarì completamente.
Le apparizioni, che si verificavano da due a tre volte la settimana, erano più frequenti nei 32 giorni mariani della Chiesa copta davanti a circa 500.000 testimoni.
Esse si manifestavano con figure parziali e totali in almeno dieci diverse forme che s’inchinavano e salutavano accompagnate da altri fenomeni: nuvole rossastre d’incenso che apparivano e scomparivano con gran rapidità, insolite luci che attraversavano il cielo, colombe luminose e oggetti d’argento e altri colori brillanti che apparivano in forma di croce cristiana
Nessuna delle apparizioni era accompagnata da suoni; la durata andava da un minuto fino alla più lunga di più di sette ore dell’8 giugno 1968.
L’ufficio d’Informazione Generale del Governo Egiziano, dopo opportune indagini, dichiarò innegabile che la Madonna era apparsa sia ai Cristiani sia ai Musulmani.

zeitoun
Medjugorje (ex-Jugoslavia) remoto villaggio nelle montagne della ex-Jugoslavia, è meta di pellegrinaggi e turismo religioso dal 24 giugno 1981, quando per la prima volta la Madonna apparve a otto ragazze e due ragazzi del paese, di età compresa tra i 10 e i 17 anni. Fino al 1985 si sono contate fino a circa 2.000 apparizioni che avvenivano soprattutto nella canonica della Chiesa cattolica romana di san Giacomo a Medjugorje per una durata variabile dai 3-4 minuti ai 20/30 minuti. Esse sono state accompagnate da una serie di guarigioni fisico/psichiche e altri fenomeni eccezionali: nell’agosto 1981 la parola Mir (che in Croato significa “pace”) apparve in cielo di notte sopra la croce sulla collina dove la Madonna era apparsa la prima volta e ora denominata “Collina delle Apparizioni”
Come a Fatima, si dice che il sole abbia pulsato, roteato, si sia trasformato in un disco bianco o è stato visto brillare dei colori dell’arcobaleno; il 28 ottobre 1981, un cespuglio sulla collina prese fuoco spontaneamente e prima che la gente arrivasse si era spento senza lasciare traccia di bruciature.
Secondo i veggenti, le apparizioni recavano messaggi di Gesù da trasmettere al mondo, ed essenzialmente erano i seguenti: gli atei devono convertirsi e vivere in pace con gli altri; il ritorno a Dio poteva realizzarsi con la conversione, il digiuno, la penitenza e la preghiera rivolta a Gesù con l’intercessione della Madonna. Lo scopo degli eventi soprannaturali era, secondo la Madonna, di dare fede alle apparizioni e sottolineare il valore del messaggio; Medjugorje era stata scelta perché le sue 400 famiglie potessero servire da esempio al mondo per la conversione: infatti, come effetto delle apparizioni gli abitanti del paese, con poche eccezioni, si convertirono e cominciarono a seguire le funzioni religiose quotidianamente.
Gli stessi veggenti, dopo la prima visione, trascorsero ore in preghiera e digiunarono tre volte a settimana; dichiararono di aver conversato normalmente nella loro lingua nativa con la Madonna che avrebbe affidato 10 segreti a ciascuno di loro, dopo di che le apparizioni sarebbero cessate tranne che in occasioni speciali: quattro di quei segreti riguardavano l’umanità in genere, gli altri erano rivolti a singole persone o a Medjugorje stessa.
Verso la fine del 1987, la Madonna ha cominciato ad apparire il 25 d’ogni mese, dando ai veggenti messaggi da divulgare al mondo sulla necessità della preghiera e il bisogno di dedicare il tempo a Gesù. Alcuni pellegrini in visita alla cappella e alla canonica affermano di avere visioni durante le preghiere; altri riferiscono strani fenomeni, quali la trasformazione del rosario d’argento in oro, mentre le fotografie mostrano immagini di Gesù in croce sulla collina, Maria che prega accanto, la Madonna col Bambino in cielo, raggi di luce innaturale che colpiscono la croce. In alcuni casi, tali immagini sono misteriosamente evidenti solo dopo lo sviluppo della pellicola.
medjugorje

317 Visite totali, 1 visite odierne